Servizi

  • Progettazione illuminotecnica in ambito privato e pubblico, interno ed esterno, per ambienti residenziali e contract, musei e luoghi di culto, retail e luoghi di lavoro
  • Sopralluoghi e consulenza a domicilio
  • Rilievo metrico e fotografico dello stato di fatto
  • Approvvigionamento del materiale ed organizzazione delle consegne secondo le tempistiche concordate
  • Installazione con personale qualificato
  • Assistenza alla direzione lavori, all’installazione ed al collaudo
  • Integrazione in gruppi di lavoro con altri professionisti che si occupano di architettura, interior design, materiali di rivestimento, domotica ed acustica.
  • LUCETEAM si propone anche come partner di lunga durata dopo il termine del progetto per il monitoraggio dello stato di funzionamento dell’impianto di illuminazione, il mantenimento di un alto livello di efficacia ed efficienza energetica secondo il piano di manutenzione, fornitura di ricambi e manutenzione degli apparecchi.

Il Lighting Design definisce l’illuminazione considerando la tecnica della luce, la sfera psicologica, l’ambito di applicazione ed i principi dello Human Centric Lighting, valorizzando gli aspetti emozionali per far vivere esperienze suggestive. Non si tratta di scegliere le lampade dai cataloghi, di calcolare “quanta luce mettere” e nemmeno di copiare una soluzione da una rivista.
Al centro del progetto NON ci sono gli apparecchi, la luce o gli ambienti da illuminare.

Al centro del progetto c’è l’uomo, ci sono le persone che fruiscono degli spazi.
Solo successivamente si scelgono gli apparecchi, si eseguono i calcoli illuminotecnici, si definisce la giusta soluzione.

Il progetto dell’illuminazione è concepito come un servizio atto a favorire il benessere e l’intera sfera delle attività umane, siano esse personali, sociali, produttive, relazionali o comunicative. L’illuminazione artificiale è infatti un bene primario delle società moderne e uno dei fattori che hanno contribuito allo sviluppo economico, commerciale e sociale dei Paesi industrializzati.

La luce, quindi, non è solo un fenomeno fisico ma è anche un fattore espressivo e culturale in grado di sollecitare le funzioni vitali e fisiologiche dell’essere umano coinvolgendo le sfere neurologiche e psicologiche dell’organismo. Per il lighting designer la luce rappresenta uno strumento funzionale alla percezione della realtà e in quanto tale gioca un ruolo fondamentale nella creazione di situazioni ambientali coinvolgenti e favorevoli al benessere dell’uomo.

Il clima luminoso è costruito in risposta alle esigenze dell’individuo influendo sull’aspetto emotivo, umorale, fisico, sociale e spirituale oltre che sensoriale. Come si potrà intuire, le caratteristiche del clima luminoso di un ambiente non sono correlate solo alle fonti luminose ma anche alle superfici ed ai colori presenti nell’ambiente stesso. Pertanto nel progetto di illuminazione è necessario considerare tutti gli aspetti che definiscono il clima luminoso: le fonti luminose, i materiali, le forme, i colori.

Nell’illuminazione in ambito civile e domestico il concetto di luce come utensile per illuminare, creare effetti scenografici e “fare arredo” ha ormai lasciato spazio a nuove idee e nuovi standard di illuminazione. Per rispondere alle esigenze di benessere il lighting designer concepisce un’illuminazione più complessa, completa, emotiva ed interattiva, che sfrutta le potenzialità delle nuove tecnologie.

Per quanto riguarda l’illuminazione degli spazi di lavoro, il progetto dell’illuminazione prevede un attento studio dei compiti visivi che valuti gli aspetti dell’ergonomia luminosa e che tenga presente i requisiti di norma (in particolare UNI EN 12464-1 Illuminazione dei posti di lavoro in interni, UNI EN 12464-2 Illuminazione dei posti di lavoro in esterni).

Nell’ambito dell’illuminazione urbana è particolarmente importante tenere presente aspetti di necessità primaria quali la sicurezza sociale e il contenimento dei consumi elettrici. Tuttavia, non sono da sottovalutare altri elementi socio-culturali e fruitivi della luce artificiale, come l’impiego spettacolare in installazioni monumentali ed eventi.

Comments are closed.